Enable Javascript, please!

Short List - un'opera una storia


carlos basualdo - lucio fontana 1949 (3_13).mp3
   ASCOLTA SCARICA INVIA

Cecilia Canziani _Bruce Nauma_Walk with Contrapposto (7_15).mp3
   ASCOLTA SCARICA INVIA

Iwona Blazwick - Picasso - Guernica (8:22).mp3
   ASCOLTA SCARICA INVIA

NoraAlter&AndreaLissoni_JohnCage-4_33(4_00).mp3
   ASCOLTA SCARICA INVIA


24 MAGGIO 2010
qual è 'L'OPERA' del XX Secolo?
quale lavoro vi ha più colpiti, suggestionati; quale ha lasciato su di voi un segno indelebile?
Raccontatelo a Radio Papesse.


E' questo l'invito che vi avevamo rivolto alla vigilia del festival dell'arte Contemporanea di Faenza, appena conclusosi e dedicato quest'anno alle OPERE.
Abbiamo raccolto le vostre segnalazioni - spiccano Picasso, Marcel Duchamp e Andy Warhol - e abbiamo presentato i risultati del call ad alcuni relatori del festival analizzando insieme certi dati interessanti che emergono dalle vostre scelte:

- la quasi totale assenza di artiste donne ( fatta eccezione per Georgia O'Keefe e Laurie Anderson),
- l'assenza di artisti estranei all'asse europeo/americano ( solo Lucio Fontana esula dai confini continentali),
- la scelta di lavori realizzati negli ultimi 10 anni, negli anni zero dunque non nel XX secolo, soprattutto opere legate alla Unilever Series della Tate Modern ('Embarkment' di Rachal Whiteread e 'The weather project' di Olafur Eliasson)
- l'assenza di artisti italiani,
- l'esclusione della produzione artistica degli anni '80 e '90 (fatta eccezione per un lavoro di Anselm Kiefer del 1991).

Tra i relatori invitati a rispondere alle vostre segnalazioni: Cecilia Canziani, Andrea Lissoni, Carlos Basualdo, Bruce Altshuler, Richard Wentworth, Iwona Blazwick, Marinella Paderni, Lynne Cooke.

ECCO I PRIMI COMMENTI


Pablo Picasso - Iwona Blazwick, direttrice della Whitechapel Gallery di Londra ci racconta Guernica e le ragioni della sua sua attualità.

A partire da The Nature of the Beast, un progetto speciale commissionato dalla Whitechapel all'artista polacca Goshka Machuga, la Blazwich ci spiega perchè oggi, come allora, il sentimento antibellico trova in quest'opera la sua più famosa traduzione visiva e torna indietro al 1939, quando di fronte a Guernica, ospitata dalla Whitechapel su richiesta del Partito Comunista inglese, vennero lasciate più di 400 paia di scarpe che sarebbero poi state inviate a quanti, sul fronte spagnolo, combattevano una guerra civile.

Una forza politica quella di Guernica che non cede al tempo. Basti pensare che nel 2003 l'arazzo di Guernica di fronte al quale Colin Powell tenne il fatidico discorso sulle armi di distruzioni di massa irachene, fu coperto da un telo azzurro. L'arazzo era stato donato da Nelson Rockefeller alla sede centrale delle Nazioni Unite e esposta non a caso fuori dal Consiglio di Sicurezza come deterrente alla guerra.

--

Pablo Picasso - Iwona Blazwick, director of Whitechapel Gallery in London talks about Guernica and its still powerfull impact on political and public consciousness.

Taking cue from The Nature of the Beast - a special project commissioned by the Whitechapel Gallery trough which the polish artist Goshka Machuga brought Guernica back to the gallery in 2008 - Iwona Blazwick speaks about the symbolic value it has taken on, universally, as an antiwar warning and tells why it is such a powerfully controversial image after all these years.
She also goes back to 1939 when Guernica was showcased at the Whitechapel gallery and on behalf of Picasso and the local Communist Party, visitors were asked to donate a pair of boots to be sent to the spanish anti Franco warriors. Almost 400 pairs were gathered beneath the painting.

To understand how controversial Guernica is, in 2003 at the entrance of the U.N Security Council - where the tapestry copy of Guernica donated by Nelson Rockfeller is hung - when Colin Powell,declared war on Irak it seemed it would be inappropriate to speak about war with the 20th century's most iconic protest against the inhumanity of war as his backdrop.

---

"Il monumento è qualcosa che il Novecento non ha saputo riconfigurare ma che spesso invece si è riconfigurato per contrapposizione, non per produzione, piuttosto per mancanza, prendendo spesso le forme della rovina".

Bruce Nauman, artista che non compare nella nostra ShortList, è stato spesso citato dai relatori intervistati. Cecilia Canziani ne traccia un chiaro ritratto e offre - a partire da Walk with Contrapposto del 1968 - una lettura interessante del suo lavoro e del lascito della sua ricerca in quella più attuale. Una riflessione, quella della Canziani, che interseca fortuna e sfortune del monumento nel XX secolo, la storia del camminare nelle pratiche artistiche della seconda metà del '900, la performance e la sua dimensione più politica.

---

Lucio Fontana - Taglio 1949.
C'è un innocente, ma significativo errore in questa segnalazione per 'Shortlist'; come commenta Carlos Basualdo i 'tagli' arrivarono solo alla fine degli anni '50, mentre nel '49 Fontana lavorava sui 'buchi'e il fatto che possano essere confusi tabilisce un certo rapporto tra questi due modi di operare sulla tela propri dell'artista.
Un simile errore di attribuzione è emblematico della riconoscibilità di una pratica artistica che implicava una nuova concezione spaziale. Basualdo ci spiega la nozione di 'spazio' in Fontana, ne ricerca similitudini in Pollock e attribuisce la sua diversa natura - rispetto ai contemporanei modelli europei - alle sue origini argentine.



>>La sigla di 'shortlist' è stata ideata, composta e realizzata (recording, editing, mixing, mastering) da Nicola Cavina (Eipe Records Studio) e Rosa Maria Sarri<<


Le altre interviste dal Festival / more interviews from the festival

Questa opera è prodotta da Radio Papesse, un progetto di Ilaria Gadenz, Carola Haupt e Cristiano Magi

Creative Commons License




Chi siamo Links Podcast Shop Shop - Musica Shop - Gadget Aiuto - Ascolta Recensioni Paesaggi sonori Audioguide Lezioni d'arte Tra Art News Vernici Interviste Spot Speciali Suoni d'artista Documentari Reading Recensioni: dischi Recensioni: dischi Recensioni: eventi Recensioni: libri