Nel patio del Padiglione Italia della 52ma Biennale di Venezia, abbiamo incontrato Ignasi Aballì, artista catalano, di pratica concettuale, conosciuto ai più per la ripetizione e costanza delle sue liste: elenchi numerici, di parole e testi che offrono uno spunto di riflessione sulla rappresentazione del mondo ad opera dei media e sulla nostra ricezione d'informazione. Laddove la nostra società è sovraccaricata da flussi costanti di immagini e incapace spesso di dare loro alcun significato, le classificazioni di Aballì sembrano stare in equilibrio tra trasparenza e opacità, tra presenza e assenza, tra legibilità e incomprensione. 



L'intervista è in spagnolo ed è accompagnata da musiche di Abyssal Plains - Orange river scaricabile dalla Netlabel kahvi.org.
 

Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito