Abbiamo incontrato Achim Borchardt-Hume a Firenze, membro – insieme a Barbara Gordon dell'Hirshhorn Museum-Smithsonian Institution e Adam Szymczyk della Kunsthall Basel – della giuria dell'edizione 2011 di Emerging Talents Prize, promosso da La Strozzina Centro d’Arte Contemporanea.

Curatore alla Whitechapel Gallery di Londra [n.d.a dal 2012 alla TATE Modern] ha dedicato la sua ricerca ad artisti come Joseph Albers, Laszlo Moholy Nagy, Mark Rothko, Doris Salcedo, Mona Hatoum e Walid Raad. Oltre a un inquadramento delle pratiche artiste delle nuove generazioni che sempre più emergono da una riflessione, riscrittura e rilettura del passato, abbiamo parlato di modernità – una condizione che Marshall Berman autentica solo nella sua capacità di cambiamento e resistenza – di politiche culturali dei musei e rapporti tra istituzioni e privati.

Achim Borchardt Hume at Emerging Talents 2011 | CCCStrozzina

 

Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito